eracle srl

Il tuo carrello

Il carrello è vuoto.


Info: Il tuo browser non accetta i cookie. Se vuoi utilizzare il carrello e fare acquisti devi abilitare i cookie.
PDFE-mail
Chiaroscuro di una vitaCome capo Giuseppe, sono stanca della guerra

Clown words
Visualizza Ingrandimento


Michele Grigato

Clown words

Prezzo per Unità (pezzi): €14.00
€11.90
Risparmi: 15.00%

Chiedi un'informazione riguardo questo prodotto

Formato: 15x21 cm
Rilegatura: brossura
Pagine: 60

Libro a colori

per saperne di più

Le poesie che compongono questa silloge sono ventisei, tante quante le lettere dell’alfabeto; il lettore è invitato fin dal principio a prendere parte ad un gioco con l’autore, che per sua stessa volontà indossa i panni di un Clown giocoliere tra parole e rime. Un poeta travestito da paroliere.

L’espressione ClownWords, rimanda immediatamente ad una dimensione di gioco serio, ove il lettore intuisce che l’autore giocherà sì con le parole, ma lo farà in maniera tutt’altro che banale o ridicola; l’immagine del clown qui evocata, difatti, assume i contorni del personaggio costretto a mascherare il proprio io reale, nascondendo l’anima dietro allo strato di trucco.

Ciascuna poesia, inizia con una lettera differente, il tutto in un rigoroso ordine alfabetico che, di volta in volta, sono associate ad un’immagine di grande impatto visivo. Sin dalla lirica che apre la raccolta, Assieme, il lettore percepisce una calma quasi contemplativa, confermata da Bellezza, il componimento successivo, in particolare con i versi “Ove cineree ciocche al sole/S’adagiano negli occhi/Di chi sognante/T’osserva senz’abbracci”. L’osservare senza abbracci, cioè senza fare nulla, è spesso proprio del poeta o del filosofo contemplativo; sensazioni confermate nelle poesie successive come in Crescere: “E t’osservi da un angolo” ad esempio, ma molte altre sono le espressioni che invitano alla calma osservazione delle cose.

È il pensiero, più spesso il sogno, la dimensione più congeniale al paroliere, e si tratta di un mondo più reale del reale, quanto meno più autentico, nel quale si può trovare anche un rinnovato senso dei legami, del rapporto con gli altri, non viziato dall’egocentrismo.

Dalla lettera H in poi la raccolta inizia ad assumere un tono diverso, più acceso, forse meno contemplativo e più attivo, come conferma anche il ritmo de Il Bivio e Joker. È probabilmente anche l’introduzione del tema dell’amore a far mutare il paesaggio della raccolta, ad abbellirlo ulteriormente attraverso differenti motivi, fino alla delicata chiusura con Zucchero a velo.

autore


Grigato Michele nasce il 06 giugno 1983 a Legnago (VR), nel cuore della Pianura Veneta. Da sempre appassionato di scrittura e dell’arte in genere, consegue la maturità tecnica nel 2001 e studia Violoncello dal 2011.
Inizia silenziosamente il proprio percorso di scrittura all’età di 18 anni, correva l’anno 2001.

2014: Tredici anni dopo, decide di uscire allo scoperto e pubblicare la prima Silloge intitolata “Una Vita Macchiata d’Inchiostro” tramite la Casa Editrice Gruppo Albatros di Roma.  Ad ottobre si presenta al pubblico presso l’Auditorium di Cerea (VR), con la collaborazione del comune stesso.

2015: Tre poesie inedite sono selezionate dalla Fondazione Mario Luzi per la pubblicazione all’interno dell’Enciclopedia di Poesia Contemporanea 2015 e partecipa con “#Poetrya” al F.I.P. di Genova. Altre sette poesie inedite sono pubblicate all’interno della collana “tracce” curata dalla Casa Editrice “Pagine” di Elio Pecora. La poesia “Rotaie” dedicata ad “Auschwitz” è prodotta anche in formato video su YouTube.

A Novembre 2015 partecipa con il progetto “ClownWords” al contest artistico “Mad Talent” di Verona, recitando in prima persona le proprie liriche unendo poesie e video/audio autoprodotti, raggiungendo le semifinali.

2016: A marzo presenta il suo libro “Una Vita Macchiata d’Inchiostro” al Teatro Quirinetta nella serata di apertura del salotto-letterario di Roma.

Crea l’omonima pagina Facebook “ClownWords” interamente dedicata all’arte bianca per eccellenza. Ad ottobre presenta il progetto “ClownWords” presso l’Auditorium di Cerea (VR), paese di residenza, con la collaborazione del comune stesso.
 
2017: Partecipa al contest letterario “Sunday Poets” organizzato da La Stampa con tre componimenti poetici inediti.

Ad oggi ha come scopo primario la divulgazione della poesia allo stato brado, tramite il suo progetto “ClownWords” ed alla partecipazione di selezionati concorsi di poesia.
 




Recensioni Clienti:

Nessuna recensione disponibile per questo prodotto.
Autenticati per poter scrivere una recensione.




LIBERIAMO LA POESIA!

Inviaci la tua raccolta
  potresti ricevere una nostra proposta di pubblicazione gratuita
Una sfida per te e per il mondo della poesia
clicca qui per info
 Un libro pubblicato è un PRODOTTO

Login


Edizioni Eracle sostiene la fondazione Onlus di don Luigi Merola

clicca qui per saperne di più