eracle srl

Il tuo carrello

Il carrello è vuoto.


Info: Il tuo browser non accetta i cookie. Se vuoi utilizzare il carrello e fare acquisti devi abilitare i cookie.
PDFE-mail
DA CEFALONIA A BUDAPESTDal mio viaggio

Da parte di padre
Visualizza Ingrandimento


Tere Rossignoli

Da parte di padre

Prezzo per Unità (pezzi): €17.00
€14.45
Risparmi: 15.00%

Chiedi un'informazione riguardo questo prodotto

Formato: 15x21 cm
Rilegatura: brossura
Pagine: 230


per saperne di più

Enrico non sa spiegarsi, nemmeno ora che ha 22 anni, quali intrighi e misteri taciuti abbiano sotterraneamente determinato le dinamiche affettive del microcosmo rappresentato dall'azienda di sua madre, dove ha vissuto la sua infanzia e la sua adolescenza, prima di trasferirsi a Bologna per frequentare l'Università.
Intrighi e stranezze che, dietro una facciata di normalità borghese e operaia, minavano dall'interno la vita delle famiglie che vivevano nella grande corte dell'azienda, e il cui punto focale e nello stesso tempo di ribellione e di rottura era incarnato da un ragazzo particolare, ribelle e poetico, Ales, molto più grande di Enrico, il cui suicidio, avvenuto quando Enrico aveva sette anni, era stato seguito da una specie di damnatio memoriae.
Il padre di Enrico, Giorgio, uomo in giovinezza di carattere brillante e fascinoso, negli anni seguenti, come tormentato da un profonda crisi interiore, aveva smarrito la sua vivacità. Sempre più insicuro e dipendente dalla moglie, era morto di infarto quando Enrico era ancora un bambino.
In un periodo di pausa tra un esame e l'altro presso la Facoltà di Architettura, incuriosito dalla personalità di Ales e annoiato per la decadenza dell'azienda, ormai priva di dipendenti e governata stancamente da sua madre e dalla sua dama di compagnia, Eve (ex baby sitter di Enrico e governante della casa),Enrico va a frugare nel bugigattolo sotto le scale, separato dal resto delle abitazioni, dove Ales aveva stabilito il suo covo e camera da letto. Qui trova molti nastri di registrazioni incisi dal ragazzo. Comincia ad ascoltarli sistematicamente, cercando di seguirne la progressione temporale.  Viene così a  conoscere e in parte intuire ,dai pensieri, dai racconti, dalle atmosfere evocate dalle cassette, alcuni aspetti dell’anima luminosa di Ales, dei suoi rapporti con la madre,con il padre (Zanni Artieri, il fattore dell'azienda), con la stessa famiglia di Enrico.
Enrico entra quasi misticamente dentro l'anima di Ales, come se il ragazzo gli stesse parlando nello stesso momento dell’ascolto; coglie allusioni, indizi; vede, nelle sue foto, una somiglianza innegabile...ma  non con Zanni; fa le sue indagini e infine capisce, ricostruisce la storia, lo “scandalo”, il sacrificio alla rispettabilità che era stato compiuto sulla pelle di Ales.
Il destino di Ales è frutto di una sorta di mercimonio.
Ma Al è nato emofiliaco, e dotato di un  carattere nello stesso tempo limpido e ribelle.
Enrico, indignato con tutti i  protagonisti della “trattativa” che ha avvelenato due famiglie e l'azienda, innescando una serie di i ricatti e stendendo un velo di cupa ipocrisia di cui lui stesso si sente vittima , decide di affrontarlo colui che ritiene il principale responsabile della sorte di Ales, in una specie di rivalsa postuma. Affronterà poi sua madre ed Eve. Quando troverà nella camera il mangianastri  originale di Ales, scoprirà al suo interno l'ultima cassetta.
Per Zanni Artieri sembra che si rinnovi un incubo ossessivo. Una sera, mentre Enrico, come ha preso ormai l'abitudine di fare, dorme nella camera di Ales, Zanni Artieri  gli si presenta, chiamandolo “Alessandro”.

autrice


Tere (Maria Teresa) Rossignoli è nata a Perugia nel dicembre 1961 e si è trasferita da bambina a Isola della Scala (Verona). Si è laureata in Lettere Moderne a Padova con Antonia Arslan e insegna Lettere nei Licei. Per la sua tesi si è occupata della produzione poetica di Margherita Guidacci, ottenendo una menzione al Premio Montale di Roma. Ne sono derivati alcuni articoli e brevi saggi sulla produzione poetica della poetessa fiorentina, usciti su riviste letterarie. Ha pubblicato una raccolta di racconti  (“Adolescenza”); una sua silloge di poesie è stata segnalata dalla giuria del Premio Montano di Verona. Ha due figlie illustratrici e fumettiste.
 




Recensioni Clienti:

Nessuna recensione disponibile per questo prodotto.
Autenticati per poter scrivere una recensione.




LIBERIAMO LA POESIA!

Inviaci la tua raccolta
  potresti ricevere una nostra proposta di pubblicazione gratuita
Una sfida per te e per il mondo della poesia
clicca qui per info
 Un libro pubblicato è un PRODOTTO

Login


Edizioni Eracle sostiene la fondazione Onlus di don Luigi Merola

clicca qui per saperne di più