Info: Il tuo browser non accetta i cookie. Se vuoi utilizzare il carrello e fare acquisti devi abilitare i cookie.
PDFE-mail
PaorsiaPerché il tempo?

Pastiche
Visualizza Ingrandimento


Marco Lava

Pastiche

Prezzo per Unità (pezzi): €15.00

Chiedi un'informazione riguardo questo prodotto

Formato: 15x21 cm
Rilegatura: brossura
Pagine: 240


per saperne di più

“Che cos’è un pastiche? Un pastiche consiste nell’incorporazione in un unico testo di diversi frammenti, provenienti da diverse fonti, anche di diversi autori, i quali seppur totalmente distinti fra loro, nel complesso risultano avere un univoco significato.”  Mentre per il nostro autore, Marco Lava, pastiche significa reinterpretare vecchie idee dimenticate con nuove parole, in nuovi contesti. Inoltre egli crede di essere un pastiche, e in fondo crede che tutti noi esseri umani lo siamo.
E questo libro è la piena rappresentazione e realizzazione di un pastiche, un pastiche di viaggi; di personaggi, Francis, Orlando, Severinus, Dylan, John; di luoghi, di città, Irlanda, Germania, Kern, Mosca, Africa, Milano, Austria, Bulgaria, Unione Sovietica, Sofia, Francia; di donne, Deva, conosciuta in una biblioteca, le tre sorelle, Costanza, Lussuria e Saggezza, Angelica ed Edie, Gabi, la dolce e crudele Sonrisa Condena, Amanda, una ballerina dai capelli d’argento, e infine Françoise Baez, la donna che fa perdere la testa al nostro protagonista; di vite, la vita ordinaria dello studente che frequenta tre soli posti scuola - casa - biblioteca; la vita sballata vissuta a casa del grande Gatsby, dove ogni sera veniva organizzata una festa e dove ogni sera si andava a letto ubriachi fradici; la vita di coppia, vivere il grande amore e condividere il tutto con la dolce metà; ma alla fine sono tutte storie di un uomo dalle mille sfaccettature o sono le distinte vite di diversi protagonisti?

autore


Lava Marco nato nel 1990.
Dopo aver conseguito il diploma classico al liceo, si trasferisce a Parma, dove attualmente studia giurisprudenza.
A chi gli chiede perché ha iniziato a scrivere risponde così: “Iniziò che ero adolescente: lessi Kerouac, me ne innamorai, lo copiai. Poi mi innamorai di Dante, lo copiai. Di Gibran, lo copiai. Quindi di Blake, Ginsberg, Murakami, Leopardi, Bukowski, li copiai tutti. Una mattina mi svegliai e mi accorsi di non essere più innamorato di nessuno e di tutti insieme, e di non scrivere come nessuno di loro.
Quella mattina capii di essere diventato uno scrittore, per amor della letteratura”.






Recensioni Clienti:

Nessuna recensione disponibile per questo prodotto.
Autenticati per poter scrivere una recensione.